L'828 U Beccaccia è ispirato ai colori della natura e sorprende per leggerezza, agilità di brandeggio e compattezza

Il suo nome latino è Scolopax rusticola. Scaltrezza e bellezza le sono valse il soprannome di Regina dei boschi. È la beccaccia. Per moltissimi cacciatori, la sua caccia è quasi un mito, che si celebra nella natura sopita dal tardo autunno, col cane come fidato compagno, rivivendo il rito arcaico della cerca.

828u-beccaccia.jpg

Per una caccia così particolare non basta un fucile qualunque. Serve un sovrapposto speciale come l'828 U Beccaccia.
Proposto sul mercato italiano nel 2018, è la versione del fucile da caccia 828 U – il sovrapposto con cui Benelli ha rivoluzionato questo segmento – ideata appositamente per questa tipologia di caccia.

Leggerezza, agilità di brandeggio, precisione, compattezza.
Ma anche cura estrema per i dettagli estetici, e un'attenzione particolare agli aspetti ecologici. Sono tutte peculiarità che rendono questi fucili per caccia alla beccaccia davvero ideali.

828 U BECCACCIA: NATO PER SFIDARE LA REGINA DEI BOSCHI

2.800 grammi. È il peso di questo fucile. Leggero, come deve essere, per una caccia fisica, nella quale si cammina molto, spesso in montagna o in collina, nel fitto del bosco. Leggerezza e compattezza con canne da 61 e calcio da 365 mm (ovvero 1 cm più corto della versione standard) per una grande agilità di utilizzo.

fucile-per-caccia-alla-beccaccia.jpg

È proprio nel brandeggio che ha sorpreso i cacciatori più esigenti. La linea di tiro è sempre preservata, per via di un'ottimale distribuzione dei pesi. Il rinculo è controllato, grazie al sistema Progressive Comfort che si nasconde nel calcio del fucile.
Una sorta di ammortizzatore che riduce in modo progressivo la sensazione del rinculo e si attiva in modo graduale anche con le cariche più leggere.

Leggerezza, precisione, estetica: i dettagli che rendono ideale questo fucile per cacciare la beccacciaLa stabilità percepita è una caratteristica fondamentale quando si caccia nel folto, con campi visivi chiusi, dove si ha pochissimo spazio per dare la prima e la seconda fucilata. Alla precisione balistica contribuiscono gli strozzatori criogenici, tra cui il nuovissimo Ampliator interno, che garantisce una rosata compatta di 60-70 cm sulle brevi distanze (10-15 metri). Particolari che fanno la differenza.

strozzatori-fucile-benelli.jpg

IL FUCILE PER IL CACCIATORE GENTILUOMO

Tra i fucili per caccia alla beccaccia, quello progettato da Benelli è pensato per il cacciatore gentiluomo. A cominciare dalla cura dei suoi dettagli estetici. I suoi colori sono ispirati ai toni autunnali della natura, come la finitura nature brown della bascula con dettagli dorati e la satinatura opaca delle canne.
La tecnologia WoodFX dona ai legni una venatura naturale ed elegante.

A fare la differenza c’è poi l'estrattore ecologico, che non espelle le cartucce, ma consente un'estrazione silenziosa e manuale.
Le cartucce possono così essere riposte in tasca. Un nobile gesto, un rituale, nel pieno rispetto dell'ambiente naturale in cui l’arciera è sovrana.

caccia-alla-beccaccia.jpg

FUCILI PER CACCIA ALLA BECCACCIA: UN CONCENTRATO DI INNOVAZIONE

Con l'828 U Benelli ha ridefinito i parametri del fucile sovrapposto andando ad imprimere tutto il suo DNA innovativo. Peculiarità che si ritrovano anche nell'828 U Beccaccia.
A partire dal sistema brevettato di chiusura LOCK PLATE: un motore di acciaio in una bascula in lega di alluminio (Ergal) estremamente resistente e che minimizza le sollecitazioni sulla bascula e sui perni di rotazione.

Grazie al sistema Perfect Fitting, invece, ogni cacciatore potrà imbracciare un fucile ottimizzato sulle sue caratteristiche. Attraverso l'utilizzo di appositi piastrini in dotazione è possibile scegliere tra 40 diverse posizioni del calcio (20 per il cacciatore destrimano, 20 per il cacciatore mancino).

La sfida comincia. Hai già scelto il tuo fucile personalizzato per sfidare la regina dei boschi?